Meditazione Dinamica Marziale

Meditazione Dinamica Marziale

 Samashiki Kokyu Ho

“Empty your mind, be formless, shapeless like water. Now you put water into a cup, it becomes the cup, you put water into a bottle, it becomes the bottle, you put it in a teapot, it becomes the teapot. Now water can flow or it can crash. Be water, my friend.”

– Bruce Lee –

TSURU

Partendo dalla frase di Bruce Lee, la Scuola Samashiki Ryu considera il praticante “il contenitore” che è diverso uno dall’altro mentre l’arte marziale “l’acqua” che si adatta al contenitore. Il Samashiki Ryu deve adattarsi al praticante in base alla sua forma, fisicità, potenzialità e possibilità.

In questo caso non parliamo di un arte marziale diversa ma parliamo del modo di praticare che è diverso rispetto ad un altro.

Il metodo è classificato INTERNO (basato sui movimenti morbidi e di respirazione) ed ESTERNO (basato sull’esplosività delle tecniche), questo per dare la possibilità a tutti di imparare la difesa personale in base alle loro possibilità.

Proprio come l’acqua, l’elemento più importante che possa esistere in natura, altrimenti non ci sarebbe vita, può “coccolare” come nel caso di un bagno caldo o crear danni come nel caso di un onda del mare che è lenta nel ritirarsi e distruttiva nello scagliarsi.

Il termine “Meditazione”, secondo il pensiero orientale, è la possibilità che abbiamo di creare in noi l’unione armonica (AIKI) della mente, del corpo e dello spirito, il tutto attraverso metodi e tecniche che possano aiutarci a risvegliare in noi la coscienza e di creare un armonia con tutti gli elementi della natura.

Gesti lenti, movimenti morbidi e di respirazione
Esecuzione armonica per aumentare la velocità e la forza
Tutte le sequenze tecniche delle forme Samashiki, attivano in profondità ogni parte del corpo, sviluppando armonia tra corpo e mente, arrivando ad uno stato di benessere.

 

Il Samashiki Ryu è come l’acqua, come un onda può essere distruttivo nello scagliarsi ma nello stesso tempo è un metodo di pace e armonia con l’universo. Il protagonista dell’arte, come espressione è il praticante stesso che durante i movimenti esplora il proprio corpo in armonia con la legge spazio – tempo. Le tecniche sono infinite perchè la pratica porta alla conoscenza infinita della disciplina e di tutte le potenzialità del corpo umano.

spiritual


SAMASHIKI – KOKYU HO (METODO DEL RESPIRO)

Il Samashiki Ryu ha nel suo interno un modo di praticare “Morbido – Lento – Respirazione” con la pratica di alcune tecniche che hanno l’apparenza di essere una danza ma nello stesso tempo, se vista sotto un altra prospettiva, le stesse nascondono delle micidiali tecniche di autodifesa, il tutto sta nello scopo della pratica. Il Kokyu Ho si può usare come una seduta per rilassare corpo e mente oppure si può usare applicato alla difesa.

photo5771397574727674219

Respirare è vivere e vivere è respirare. La nostra esistenza inizia con il respiro, il grido della vita e quando il respiro termina, termina anche la nostra vita e il nostro essere terreno. Kokyu Ho non è solo il fatto del respirare in maniera meccanica, occorre usare il Kokyu in armonia con le tecniche.

La respirazione è di fondamentale importanza per l’ottima esecuzione dei movimenti, senza la respirazione qualsiasi movimento diventa inefficace. I gesti e le tecniche sembrano una “preghiera”, si entra in uno stato che potrebbe variare tra l’esoterico e il semplice rilassamento del corpo.

Samahiki Kokyu Ho non è un arte marziale è solo un metodo di pratica basato sulla respirazione, metodo che viene adottato dalla Scuola Samashiki Ryu per la pratica dell’ Aiki Goshin Jutsu.

L’Aiki Goshin Jutsu della Scuola Samashiki Ryu ha due funzioni:

Meditazione in movimento – Difesa Personale Aiki

newpagoda

Samashiki Kokyu Ho (Metodo Morbido e di Respirazione)

  • Ginnastica Orientale Taiso
  • Pratica del Aiki Kokyu Kihon (tecniche Aiki di respirazione e morbide) a solo
  • Pratica del Aiki Kokyu Kihon Bunkai (tecniche di respirazione e morbide) a coppia
  • Pratica dei Samashiki Kata, in questo caso vengono fatti in maniera morbida e di respirazione

 

cinque-elementi

Kata:

Samashiki Shodan (I° forma Samashiki Ryu) “propedeutico”
Samashiki Nidan   (II° forma Samashiki Ryu)
Samashiki Sandan (III° forma Samashiki Ryu)
Samashiki Yondan (IV° forma Samashiki Ryu)
Samashiki Godan (V° forma Samashiki Ryu)
Shiro Tsuru (Forma della Gru Bianca)

Principi e Tecniche:

– Movimenti morbidi e circolari
– Sfera dinamica
– Mani che spingono
– Colpi portati con il palmo della mano
– Principio dei 5 elementi
– Energia circolare, studio della forza Centripeta e Centrifuga
– Kata (forma) e a livello avanzato il Bunkai (applicazione)
– Principio dell’esagramma
– Principi Taoisti Yin e Yang
– Principi geometrici applicati al corpo umano

– Tecniche di rilassamento del corpo
– Applicazione pratica della Difesa Personale

La funzione della Respirazione

Il respiro collega i tutti i nostri movimenti alle nostre emozioni, da cui spesso nascono tutte le nostre tensioni. La corretta respirazione porta ad una corretta gestione della paura e il corpo riesce a reagire senza blocchi e ad essere fluido nei movimenti. Una persona che non è preparata alla difesa personale, una volta che percepisce il pericolo, c’è un aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna causando un blocco talmente forte che spesso si rimane paralizzati. Tutto questo accade perché il forte stress e il nuovo stato emotivo portano il cuore a lavorare con difficoltà e il sangue non ossigena a sufficienza il corpo. La preparazione alla respirazione è di fondamentale importanza e viene fatta una corretta pratica con l’inspirazione dal naso e l’espirazione dalla bocca.  

L’Allenamento

Il praticante durante l’allenamento del Samashiki Kokyu Ho viene guidato alla tecnica mediante un sistema di apprendimento denominato “masterizzazione”. Cosa centra la masterizzazione di un CD con la pratica? Se si masterizza un CD a 2x, la qualità del contenuto sarà migliore che masterizzarlo a 10x, questo per un fattore di logica e anche di meccanica. Masterizzare a 10x è si più sbrigativo che farlo a 2x ma nel procedimento di fissaggio, sicuramente la qualità sarà più scarsa.
Le tecniche vanno allenate seguendo questo concetto, a 2x (pratica lentissima) uno studio come una sorta di meditazione del movimento. Qui il praticante procede piano e masterizza (fissa) nella sua mente il contenuto (la tecnica). Questa va benissimo per la Meditazione Dinamica.

Dopo si procede aumentando la velocità cosi da riassumere in questo modo: 2x (lentissimo) – 4x (lento) – 6x (veloce) – 8x (rapido) – 10x (esplosivo). Le tecniche a coppia vanno eseguite max a 6x (allenamento alla difesa personale). Aumentando la velocità di scrittura l’operazione sarà più veloce ma la traccia sarà meno leggibile per molti fattori che potranno essere molteplici, graffi, difetto del lettore ecc, paragonato allo stress di una situazione reale.

ASD I CINQUE ANELLI (all rights reserved 2016)

(Visited 313 times, 1 visits today)