Shiro Tsuru Kata (Gru Bianca)

Shiro Tsuru Kata

“La Forma della Gru Bianca”

Nota e Introduzione

Samashiki Ryu è una scuola, un movimento di pensiero con l’unico scopo di studiare l’uomo nelle sue diverse forme di espressione come: arti marziali, sistemi di difesa personale e combattimento, cultura, benessere, religione, folklore, costumi e antiche usanze dei popoli sia orientali che occidentali, rappresentando così un ponte tra passato e presente, dove un insieme di culture e filosofie si fondono armonicamente per la crescita spirituale e culturale del praticante.

Molte arti marziali hanno nel loro sistema delle forme con nomi diversi, esempio il Karate (Kata), Kung Fu (Taolu), Silat (Jurus) e via di seguito. Molti considerano il Kata una perdita di tempo per il semplice fatto che stare ad allenare delle tecniche vicino allo specchio per ore ed ore sia inutile. I praticanti che associano il Kata ad una perdita di tempo, vuol dire che non hanno colto il messaggio.

Il Kata visto da un principiante è solo “la punta dell’iceberg”, per tale ragione non bisogna fermarsi all’aspetto esteriore, a quello che si vede dall’esterno. Solo la pratica assidua e lo studio approfondito di ogni singola tecnica porta il praticante a capire il movimento, in questo caso “cosa si cela sotto”.

La caratteristica fondamentale è che i Kata hanno un aspetto pragmatico e funzionale per la difesa personale.

Il Kata può essere definito dai praticanti come:

– Esercizio fisico per mantenersi in forma
– Una sorta di meditazione dinamica per rilassare corpo e mente
– Una perdita di tempo e una pratica noiosa
– Un metodo di difesa personale
– Una forma di rispetto per i fondatori
– Niente di tutto questo, non pratico Kata

photo5818663681230219497

Come si praticano i Kata…

Ci sono scuole, indipendentemente dallo stile se sia cinese o giapponese, praticano i Kata solo per mantenersi in forma e curano solo l’aspetto esterno, noi abbiamo una nostra filosofia e modo di praticare il Kata. Il kata è fatto da un insieme di tecniche con delle applicazioni pratiche, per tale ragione noi applichiamo a coppia ogni singola tecnica che compone il kata, come una sorta di “ingegneria inversa” che serve a capire la tecnica applicata in mezzo la strada. Esempio: Gedan Barai (parata bassa) non è solo una parata bassa, quello è ciò che rappresenta la punta dell’iceberg, la parte visibile. Noi cerchiamo di andare oltre la punta, scendendo sotto si scopre che Gedan Barai e tutte le parate (Uke Waza) nascondono altro, leve articolari, proiezioni, strangolamenti ecc. Pratichiamo il Tuite Jutsu (la manipolazione delle articolazioni). 

Applicazione “nascosta” di Gedan Barai (Parata Bassa)

Oltre a tutto ciò che è stato menzionato sulle forme, il Kata porta moltissimi benefici sia a livello muscolare e scheletrico oltre al benessere mentale.

Shiro Tsuru
(Kata della Gru Bianca)

Premessa …

Il Kata “Shiro Tsuru” non è un Kata storico, non è una forma tramandata da generazione in generazione e pertanto non ha “pergamene” e “tesori nascosti da secoli”. Il Kata è stato costruito ed elaborato da un essere umano come lo erano i maestri del passato. Shiro Tsuru è costruito dallo studio e applicazione di diverse tecniche ed elaborazioni provenienti da altre forme dei Kata Shito Ryu e di altri stili. Shiro Tsuru rappresenta un Kata di “Karate – Goshin Do” e può essere praticato in due modi, ossia:
– Kokyu – Kime Ho (Pratica di respirazione ed esplosione dei colpi)
– Kokyu Ho (metodo del respiro).

Intro…

Prima di iniziare a parlare della forma della Gru Bianca, iniziamo a presentare quelli che sono i protagonisti principali di questa lunga forma, la durata si aggira intorno ai 4 minuti . La Gru Bianca e la Tigre! Altri animali usati in forma minore sono il Serpente (Hebi) e la Mantide Religiosa (Kamakiri). Perchè il nome Gru Bianca se all’interno si trovano nascoste altre tecniche e principi?

1) Gru Bianca perchè il Kata nasce dallo studio della forma Hakutsuru, Nipaipo e altre forme di Karate antiche. 2) La forma ha l’eleganza della Gru Bianca e principi presenti dello stile di Karate Shito Ryu. 3) alcune tecniche non sono visibili nelle loro applicazioni, serpente e mantide non si notano esternamente. 4) punto definitivo, la Gru Bianca è un animale molto elegante e il guerriero deve nascondere la sua forza nella sua eleganza.

La Gru Bianca

Il motto del Kata Shiro Tsuru è “Elegante come una Gru Bianca – Feroce come una Tigre”. La Gru Bianca (Tsuru) veniva usato dai monaci guerrieri per le sue tecniche di equilibrio, grazia e forza penetrante. Effettivamente la Gru si basa su alcuni principi come: ferire, schivare, trafiggere, intercettare e bloccare. Il praticante apprende le tecniche per bloccare l’arto dell’avversario e da li generare delle leve articolari o delle rotture. Essa si caratterizza da movimenti eleganti, fluidi e leggeri, apparentemente innocui. La Gru si muove in maniera morbida e leggera ma è potente e decisiva nei suoi attacchi portati alle parti vulnerabili del corpo umano: occhi, gola, genitali, tutte tecniche nate per danneggiare. La Scuola Samashiki Ryu è un interpretazione in chiave moderna e comparata del Karate con altre discipline e il Kata della Gru Bianca per eleganza e movimenti assomiglia moltissimo allo Shito Ryu, stile che insieme allo Shotokan e al Tuite Jutsu hanno influenzato lo sviluppo della scuola.

La scuola utilizza il termine “Shiro Tsuru” perchè ha un approccio moderno rispetto al Pugilato della Gru Bianca denominato (Hequan) in Cina che successivamente influenzò notevolmente il Karate di Okinawa dove venne chiamato Hakutsuru Ken (Pugno della Gru Bianca).

Esistono diversi Kata della Gru bianca che si possono trovare in alcuni stili di Karate come esempio lo Shito Ryu, Goju Ryu e altri stili molto più antichi risalendo a quelli di Okinawa. Tra i Kata più belli dello Shito Ryu che rappresenta la Gru Bianca sicuramente da menzionare è NIPAIPO.

photo5771397574727674164

La Tigre 

La Tigre è simbolo di coraggio e ferocia, ma non di aggressività per il semplice fatto che quando questo animale attacca lo fa solo per procurarsi da mangiare. Gli artigli hanno la funzione di strappare e lacerare i muscoli dell’avversario e i punti vitali, come pure le tecniche per afferrare la testa in diverse direzioni disorientando l’avversario e arrivando a fratturare anche il tratto cervicale. La Tigre (Tora) si caratterizza per la sua determinazione e ferocia nel portare gli attacchi con lo scopo di concludere lo scontro in maniera rapida e fulminea con conseguenze spesso gravi. Nel Samashiki Ryu si studiano le tecniche della Tigre in maniera fluida e morbida, lo scopo è solo portare informazione al praticante. Una delle caratteristiche della tecnica è quella di rinforzare le dita tramite alcuni esercizi specifici con lo scopo di irrobustirli.

photo5771397574727674267

Oltre a strappare e a lacerare, le tecniche servono soprattutto per disarticolare le braccia dell’avversario. Con le mani aperte si ruota la testa dell’oppositore in azioni rapide, fulminee e potenti, talvolta eseguite con slancio, per rompere il tratto cervicale o per effettuare efficaci  artigliate alla gola e agli occhi. 

Il Serpente

Shiro Tsuru Kata (forma della Gru Bianca) nasconde al suo interno diverse tecniche e concetti che derivano anche da altri animali. Hebi (Serpente) si caratterizza come mostrato sopra, di essere un animale molto flessibile in quanto si avvolge strisciando sui rami degli alberi (arti superiori e inferiori) fino ad arrivare al suo obiettivo, ossia cibarsi, in questo caso il colpo ai punti vitali.  Gli attacchi del serpente Hebi sono solitamente rettilinei, penetranti, frustati e vengono generati senza produrre grandi spostamenti del corpo. Il colpo si sente ma non si vede! Il Serpente si caratterizza anche dalla capacità di avvolgere l’avversario nelle sue “spire” in questo caso le tecniche di svincolamento e di leva articolare del Tuite Jutsu. In un certo senso il Serpente assomiglia alla Tigre, solo che i suoi attacchi non sono brutali, esso più che altro sfrutta il colpo fulmineo senza grandi caricamenti ai punti vitali, esempio la “lingua biforcuta” ossia il colpo agli occhi con le due dita.

Il Kata Shiro Tsuru o Haku Tsuru della Scuola Samashiki Ryu è la forma più importante della scuola, tutto questo perchè la stessa ha nel suo interno:

Atemi Jutsu “L’arte di colpire” – Tuite Jutsu“l’arte delle leve articolari e delle immobilizzazioni”
Kyusho Jutsu “Studio dei punti vitali” – Tegumi “la lotta”  – Kiko“lo sviluppo dell’energia interna”

photo5818663681230219506 (1)

Shiro Tsuru (Tecniche di Tuite Jutsu)

– Lavoro e manipolazione delle articolazioni.
– Lavoro nell’afferrare i muscoli (Tecniche di artiglio per strappare e lacerare)
– Lavoro e intrappolamento degli arti con sottomissione (dita, polsi, spalle, ecc)
– Bloccare il respiro.
– Ostruire o bloccare le vene o le arterie.
– Studio delle leve articolari e proiezioni.
– Studio e applicazione scientifica dei Punti Vitali.

Sostanzialmente le tecniche di Tuite Jutsu si possono dividere in:

Attive: tutte le tecniche che eseguiamo contro un avversario. In questo caso siamo noi a cominciare l’azione sottomettendolo.
Passive: tutte le tecniche usate per liberarsi da un avversario che ci afferra o ci immobilizza.

Tuite Jutsu – Aiki Goshin Jutsu

Caratteristiche Tecniche della forma (Marziale & Benessere)

La forma Shiro Tsuru della Scuola Samashiki Ryu ha nel suo interno un bagaglio tecnico che riguarda la difesa personale reale. Tutte le tecniche hanno mille sfaccettature e principi che se applicati in maniera corretta possono portare all’eliminazione dell’avversario in pochi istanti. La forma può essere praticata anche come una Danza Energetica e i movimenti saranno morbidi e di respirazione, in questo caso si da importanza all’aspetto salutistico più che quello marziale.

Alcune caratteristiche della forma sono…

  • Il sole che sorge (tecnica usata per liberarsi da uno strangolamento) e distruggere le cervicali proiettando
  • Tecniche usate per ruotare le spalle dell’avversario o torcere il collo
  • Tecniche di gomitate circolari sia al viso che ai muscoli per paralizzare
  • La Gru apre le sue ali, usata per liberare da uno strangolamento e per bloccare
  • Artigli della Tigre portati al volto e all’addome con lo scopo di lacerare
  • Tecniche di equilibrio tipica dell’ubriaco e della mano che regge la tazza di sake
  • Mani a lancia portate alle parti molli del corpo
  • Tecniche del serpente alle parti morbidi del corpo
  • Tecniche di aggancio arti per provocare le leve
  • Tecniche di spazzata e colpo al ginocchio
  • Lingua biforcuta del serpente
  • Tecniche di spinta al mento per sbilanciare e rompere le cervicali
  • Doppio palmo che colpisce sia i genitali che il volto
  • Tecniche di rottura dell’equilibrio seguendo la geometria
  • Tecniche di beccata ai punti vitali
  • Tecniche della Mantide (Kamakiri)
  • Doppio colpo alle tempie
  • Testa della gru
  • Tecniche di liberazione da prese da dietro

Kata Shiro Tsuru (Forma della Gru Bianca) Samashiki Ryu – all rights reserved 2016

Note Legali: “Shiro Tsuru Kata (Forma della Gru Bianca) della Scuola Samashiki Ryu”. 
La scuola utilizza il termine “Shiro Tsuru” perchè ha un approccio moderno rispetto al Pugilato della Gru Bianca denominato (Hequan) in Cina che successivamente influenzò notevolmente il Karate di Okinawa dove venne chiamato Hakutsuru Ken (Pugno della Gru Bianca). Il Kata è di proprietà della Scuola Samashiki Ryu e del suo Maestro fondatore.

(E’ vietata la riproduzione anche parziale effettuata a qualsiasi titolo sia della forma che delle immagini).

Avvertenze: le immagini sono coperte da copyright “ASD I CINQUE ANELLI” 2016

(Visited 815 times, 1 visits today)